Unione dei Comuni Terre del Campidano

Comuni di San Gavino Monreale, Pabillonis, Samassi, Sardara, Serramanna e Serrenti

Samassi è un comune di 5.700 abitanti circa della provincia del Medio Campidano.

Anticamente il territorio di Samassi era nella curatoria di Nuraminis del Giudicato di Cagliari.
Dista circa 38 km da Cagliari, è attraversata dal fiume Mannu, e dalla linea ferroviaria. Il paese basa la sua economia sull’agricoltura ed è fra i centri agricoli più produttivi del medio campidano. Fra le colture più ricorrenti vi sono il frumento, la vite, il pomodoro da industria e l’orticoltura in generale. La coltura prevalente è tuttavia il carciofo. Modesta è la presenza dell’industria manifatturiera, conserviera e artigianale. Gli abitanti (samassesi) sono circa 5.700. Da visitare la chiesa di San Geminiano (nei cui dintorni è stata ritrovata una delle poche necropoli vandaliche della Sardegna), la cui festa ricorre il 16 settembre (Santu Millanu) dell’XI secolo , il carnevale samassese (giunto nel 2010 alla 57ª edizione) e la sagra del carciofo (prima edizione nel 1987), durante il quale si tiene una fiera agroalimentare e una marcialonga.

Cenni storici

L’inondazione del 17 novembre 1898 rimasto nella memoria popolare con la denominazione “S’Annu ‘e s’unda” (L’anno dell’onda). L’esondazione arrecò gravissimi danni al Paese, ma fortunatamente non ci fu neanche una vittima tra gli abitanti, questo fatto accrebbe la devozione dei samassesi a San Geminiano.

Evoluzione demografica

Evoluzione demografica

Evoluzione demografica